T. Lorenzone, L’educazione della Vergine, dipinto proveniente da Pieve Fosciana (LU)

e attualmente collocato nella Cappella delle Suore di Sant’Anna – Roma Viale Marconi, 700

 Santi Gioacchino ed Anna 

 

“O felice coppia, Gioacchino ed Anna!

A voi è debitrice ogni creatura,

perché per voi la creatura ha offerto al Creatore

il dono più gradito,

ossia quella casta madre, che sola era degna del creatore…

O Giacchino ed Anna, coppia beata,

 veramente senza macchia!

Dal frutto del vostro seno voi siete conosciuti,

come una volta disse il Signore:

«Li conoscerete dai loro frutti» (Mt 7, 16).

Voi informaste la condotta della vostra vita

in modo gradito a Dio

e degno di colei che da voi nacque.

Infatti nella vostra casta e santa convivenza avete dato la vita

a quella perla di verginità che fu vergine

prima del parto, nel parto e dopo il parto.

Quella, dico, che sola doveva conservare sempre

la verginità e della mente e dell'anima e del corpo”.

(Dai Discorsi di San Giovanni Damasceno)

 

I Santi Gioacchino ed Anna ci aiutino ad orientare

ogni pensiero ed ogni affetto verso il Figlio di Dio.

Alla loro intercessione e protezione affidiamo tutti i giovani

perché incontrino nel loro cammino educatori

che sappiano guidarli nell’esperienza dell’amore di Dio.

 

 

Nel mese di luglio un altro avvenimento ci rallegra:

il 150° anniversario dell’elezione di Madre Enrichetta a Superiora Generale.

L’elezione fu ratificata dalla Sacra Congregazione il 1° luglio del 1861

e il 28 luglio iniziò il mandato di Madre Enrichetta

come Superiora Generale della nostra Congregazione.

 

“Da quel tempo si aprì un’era novella pel nostro Istituto

e noi non potremo mai abbastanza benedire la divina bontà

di averci riguardate con occhio benigno,

dandoci così motivo a sperare sempre maggiori

gli effetti della sua infinita misericordia” (dalle Cronache dell’Istituto).

 

 
Esci Home