In questa Giornata Missionaria Mondiale, siamo tutti invitati ad “uscire”, come discepoli missionari, ciascuno mettendo a servizio i propri talenti, la propria creatività, la propria saggezza ed esperienza nel portare il messaggio della tenerezza e della compassione di Dio all’intera famiglia umana. La misericordia procura intima gioia al cuore del Padre quando incontra ogni creatura umana; fin dal principio, Egli si rivolge amorevolmente anche a quelle più fragili, perché la sua grandezza e la sua potenza si rivelano proprio nella capacità di immedesimarsi con i piccoli, gli scartati, gli oppressi (cfr Dt 4,31; Sal 86,15; 103,8; 111,4). Egli è il Dio benigno, attento, fedele; si fa prossimo a chi è nel bisogno per essere vicino a tutti, soprattutto ai poveri; si coinvolge con tenerezza nella realtà umana proprio come farebbero un padre e una madre nella vita dei loro figli (cfr Ger 31,20). 

Proprio in questo Anno Giubilare ricorre il 90° anniversario della Giornata Missionaria Mondiale. Maria Santissima, icona sublime dell’umanità redenta, modello missionario per la Chiesa, insegni a tutti, uomini, donne e famiglie, a generare e custodire ovunque la presenza viva e misteriosa del Signore Risorto, il quale rinnova e riempie di gioiosa misericordia le relazioni tra le persone, le culture e i popoli.


   Leggi il messaggio integrale di Papa Francesco per questa giornata



40° e 30° ANNIVERSARIO DI PRESENZA IN MISSIONE


Le pioniere: Sr. Franca, Sr. Immacolatina, (che le ha accompagnate) Sr. Rosalma, Sr. Elena, Sr. Elisa


Su richiesta di Mons. Jeanne Zoa, Arcivescovo di Yaoundè, 4 suore sono partite da Roma il 10 ottobre 1986 per cominciare la presenza delle Suore di Sant’Anna in questo Continente diseredato ma colmo di speranze. Hanno iniziato la loro missione aprendo una Scuola Materna a Messa Mendongo - Yaoundè, facendo opere di evangelizzazione e promozione umana nella parrocchia e villaggi limitrofi. 

Dal 1991 le Suore di Sant’Anna sono presenti anche nella zona anglofona a Bayelle - Bamenda, dove oltre alla catechesi e alla promozione umana nei villaggi, insegnano nelle scuole parrocchiali e collaborano con il centro vocazionale e catechistico Diocesano. Oggi le suore insegnano anche nella Scuola Primaria e svolgono lavoro pastorale in ogni ambito.



La prima Comunità delle Suore di Sant’Anna a San Vicente de Cañete in Perù è formata da suore di quattro diverse nazionalità. Su richiesta di Mons. Luis Sanchez Moreno Lira, Vescovo della Prelatura de Yauyos – Canete, 4 suore partirono per la nuova missione il 10 ottobre 1986, accompagnate da Sr. Susanna, allora Vicaria Generale. La Zona aveva soltanto un Seminario e un Monastero di clausura, quando le suore arrivarono. Furono considerate una presenza particolarmente gradita perché rispondevano ai bisogni di evangelizzazione. Si impegnarono a tempo pieno nelle attività parrocchiali e nell’insegnamento di religione nelle scuole. 

Oggi le suore insegnano anche nella Scuola dell’Infanzia e Primaria e svolgono lavoro pastorale in ogni ambito.


I frutti della missione...







 
Esci Home